Prevenzione e trattamento delle ulcere da pressione

Classificazione delle ulcere da pressione

Di: Mölnlycke Health Care, agosto 23 2013Pubblicato in: Prevenzione e trattamento delle ulcere da pressione

Per descrivere lo stato di una lesione, EPUAP e NPUAP1 raccomandano di suddividere le ulcere da pressione in categorie/stadi da 1 a 4. La categoria/stadio 1 può indicare un paziente a rischio, mentre la categoria/stadio 4 indica perdita di tessuto a spessore totale con ossa, tendini o muscoli esposti.

Torna su

Maggiori informazioni sulla classificazione delle ulcere da pressione

Il Sistema internazionale di classificazione e definizione delle ulcere da pressione revisionato di recente è stato pubblicato da NPUAP ed EPUAP (National Pressure Ulcer Advisory Panel e European Pressure Ulcer Advisory Panel). Prevention and treatment of pressure ulcers: clinical practice guideline. Washington DC: National Pressure Ulcer Advisory Panel; 2009)1.

  • Storicamente, i termini "stadio" e "grado" sono quelli utilizzati più diffusamente; di recente è stata introdotta la parola "categoria" per evitare l'impressione che sussista sempre
    una progressione dallo stadio 1 al 4.
  • Leggendo la letteratura, si nota come tutti i termini di cui sopra siano usati in modo intercambiabile.
  • È considerato non corretto cambiare lo stadio della lesione in funzione del processo di guarigione: ad esempio, una lesione di stadio/categoria 4 deve essere sempre documentata come tale; è consigliato l'uso di strumenti specifici per il monitoraggio della guarigione.
Torna su

Eritema persistente non reversibile alla digitopressione, categoria/stadio 1


Cute intatta con arrossamento non reversibile alla digitopressione in un'area localizzata, solitamente sopra una prominenza ossea. Nella cute di pelle scura lo sbiancamento potrebbe non essere osservabile; il suo colore potrebbe differire nell'area circostante. Lo stadio I può indicare un paziente a rischio.

Torna su

Perdita di tessuto a spessore parziale, categoria/stadio 2


Perdita del derma a spessore parziale, che si presenta come un'ulcera poco profonda e aperta, con letto della lesione di colore rosso - rosato, senza slough. Può anche presentarsi come vescicola intatta o aperta/rotta, a contenuto sieroso e/o ematico. Questa categoria non dovrebbe essere usata per descrivere lacerazioni cutanee (skin tears). La presenza di ematoma può indicare danno tessutale profondo.

Torna su

Perdita di tessuto a spessore totale, categoria/stadio 3


Perdita di tessuto a spessore totale. Può essere visibile il grasso sottocutaneo, ma non sono esposti ossa, tendini o muscoli. Può essere presente slough, che non nasconde la profondità della perdita di tessuto. Può includere sottominature e tunnellizzazione. Tenere conto del fatto che in questo caso la profondità varia in funzione del sito (ad esempio, in un orecchio non è presente tessuto sottocutaneo).

Torna su

Perdita di tessuto sottocutaneo, categoria/stadio 4


Perdita di tessuto a spessore totale con esposizione di ossa, tendini o muscoli. Possono essere presenti slough o escara su alcune parti del letto della lesione. Sono spesso presenti sottominature e tunnellizzazione. Tenere conto del fatto che in questo caso la profondità della lesione varia in funzione del sito, ad esempio l'orecchio non è dotato di tessuto sottocutaneo. Le lesioni di stadio IV possono estendersi al muscolo e alle strutture di supporto.

 

Negli Stati Uniti l'NPUAP ha aggiunto due ulteriori categorie, riconducibili allo Stadio 4
per la classificazione elaborata dalla EPUAP.

Torna su

Sospetta lesione profonda dei tessuti


Area localizzata di colore porpora o marrone scuro, con cute intatta scolorita o vescicola piena di sangue, dovuta a danneggiamento del tessuto molle sottostante causato da pressione e/o taglio. L'area può essere preceduta da tessuto dolorante, compatto, molle al tatto, apparentemente contenente liquidi, più caldo o più freddo del tessuto adiacente.

Torna su

Non classificabile


Perdita di tessuto a spessore totale, in cui la base dell'ulcera è coperta da slough (giallo, bruno, grigio, verde o marrone) e/o escara (bruno, marrone o nero) nel letto della lesione.

Le ulcere da pressione sono spesso difficili da diagnosticare, in particolare è facile confonderle con lesioni causate dall'umidità. Una diagnosi corretta è essenziale per determinare i programmi sia di prevenzione sia di trattamento21.

Caratteristiche fondamentali da osservare (adattate dalla dichiarazione EPUAP)21

 Presenza di umidità, ad esempio a seguito di incontinenza.
Una lesione situata su una prominenza ossea è probabilmente un'ulcera da pressione, tuttavia non si tratta di un'affermazione definitiva: possono verificarsi lesioni da macerazione su una prominenza ossea; accertarsi di avere escluso cause correlate a pressione e taglio e che l'umidità sia presente.
Se la cute perilesionale si presenta con macchie rosa/bianche, è solitamente segno di macerazione.
Mentre le ulcere da pressione tendono a essere singole e di forma regolare, le lesioni da macerazione tendono a essere diffuse, con diverse macchie e forma irregolare.
Le lesioni da macerazione sono solitamente superficiali.
Se è presente necrosi, è improbabile che si tratti di lesioni da macerazione.
Seguici su

Il costo delle ulcere da pressione
Il costo delle ulcere da pressione

Le ulcere da pressione costituiscono un onere...

Storia delle ulcere da pressione
Storia delle ulcere da pressione

Le ulcere da pressione non sono un fenomeno nuovo....

Fattori di rischio
Fattori di rischio

Devono essere considerati i fattori sia intrinseci sia estrinseci:...

Strategie di prevenzione
Strategie di prevenzione

Una strategia di prevenzione delle ulcere da pressione deve sempre includere...

Ulcere da pressione: un problema sociale...
Ulcere da pressione: un problema sociale in aumento

E’ un dato di fatto che, a livello mondiale, la popolazione...

Mepilex Border Heel: una forma innovativa...
Mepilex Border Heel: una forma innovativa per il tallone

Mölnlycke Health Care è da sempre impegnata a collaborare...