Prevenzione e trattamento delle ulcere da pressione

Fattori di rischio delle ulcere da pressione

Di: Mölnlycke Health Care, agosto 23 2013Pubblicato in: Prevenzione e trattamento delle ulcere da pressione

Devono essere considerati i fattori sia intrinseci sia estrinseci: lo stato di salute generale, lo stato nutrizionale, l'umidità della cute, l'età e l'anamnesi di precedenti ulcere da pressione sono alcuni dei componenti fondamentali per valutare il rischio che un paziente sviluppi ulcere da pressione.
Occorre considerare questi aspetti insieme ai fattori estrinseci, come la pressione e il taglio.
Torna su

Maggiori informazioni sull'eziologia delle ulcere da pressione

  • Occorre considerare fattori intrinseci ed estrinseci
  • Effettuare valutazioni strutturate dei rischi, non dimenticando di ripeterle
  • È fondamentale documentare accuratamente ciascuna valutazione
  • Attuare un piano di prevenzione sulla base della valutazione dei rischi
Torna su

I fattori di rischio intrinseci comprendono:

 

Stato di salute generale: la presenza di patologie concomitanti, come il diabete mellito o disturbi respiratori, sono segnalate come possibili fattori di predisposizione a un rischio maggiore.
Stato di mobilità: una mobilità ridotta compromette la capacità di ridurre la pressione sui tessuti vulnerabili.
Stato nutrizionale: una nutrizione carente può avere più effetti; lo stato nutrizionale può essere valutato semplicemente monitorando il peso e valutando indicatori specifici come l'emoglobina o l'albumina.
Umidità cutanea: sono molti gli aspetti da valutare. Un fattore critico è l'incontinenza, ma occorre anche considerare la temperatura corporea elevata e i suoi effetti.
Età: è stato dimostrato che l'aumento dell'età è associato a un aumento del rischio; è bene tuttavia sapere che le ulcere da pressione possono verificarsi a qualunque età, in presenza di una combinazione di fattori di rischio.
Anamnesi di ulcere da pressione precedenti: i siti delle ulcere guarite presentano un rischio elevato, in quanto il tessuto cicatrizzato raggiunge solo l'80% della resistenza a tensione originaria.
Uso di farmaci, come ad esempio l'uso di steroidi, che possono avere effetti sull'integrità della cute.
Aspetti correlati alla perfusione/ossigenazione: è stato segnalato che instabilità cardiovascolare, supporto inotropo, carenza di ossigeno, aumentano il rischio di ulcere da pressione.
Torna su

Fattori di rischio estrinseci

Sono quattro i fattori di rischio estrinseci1, 24 riconosciuti più diffusamente come responsabili della formazione di ulcere da pressione:

  1. Pressione1, 24
  2. Taglio1, 24, 25, 26
  3. Microclima cutaneo1, 27 – calore e umidità
  4. Frizione1

Spesso, è la combinazione di questi fattori a incrementare il rischio per un paziente vulnerabile. Il risultato è una deformazione dei tessuti - che ha luogo nel tessuto molle, nel tessuto adiposo, nel tessuto connettivo e nel muscolo - e una strozzatura dei vasi sanguigni, con conseguente scarsa perfusione. Nello scenario clinico, si presentano solitamente forze non uniformi e sono spesso presenti forze di taglio. Età, stile di vita, malattie croniche sono fattori che possono compromettere la capacità di risposta a tali forze.

Torna su

Pressione



Definizione: forza esercitata perpendicolarmente
su di una superficie.

In sintesi

  • Può dipendere dall'entità di carico, dalla rigidità, dalla composizione e dalla forma della superficie.
  • È solitamente espressa in kg/cm2, in mmHg o in lb/in2 (libbre per pollice quadrato)
  • Le prominenze ossee sono maggiormente esposte e possono causare danni tissutali profondi
  • La combinazione della pressione con altre forze può acuire i problemi
  • Le lesioni da pressione tendono a presentare una forma uniforme o circolare, con margini netti
  • Carichi elevati sopportati per brevi periodi di tempo possono essere dannosi quanto carichi più ridotti sopportati per lunghi periodi
Torna su

Taglio



Definizione: "azione o sollecitazione risultante dall'applicazione di una forza, che causa o tende a causare la deformazione di due parti interne contigue di un corpo, sul piano trasversale".


In sintesi

  • Aumenta in caso di posizionamento sul fianco, ma si verifica anche in posizione supina
  • In presenza di pressione costante e aumento delle forze di taglio, può aumentare l'entità della deformazione del tessuto
  • L'aumento delle forze di taglio può acuire il danno cutaneo
  • Le ulcere dovute a taglio presentano spesso un'area poco profonda che scende rapidamente in un'area più profonda dal tipico aspetto di contusione; i bordi cutanei possono essere irregolari
  • Le forze di taglio tendono a causare danno cutaneo in profondità, che può non essere visibile immediatamente
  • È probabile che i cambiamenti di posizione causino lesioni da taglio, ad esempio quando viene alzata o abbassata la testiera del letto
Torna su

Microclima



Definizione: temperatura e livello di umidità del tessuto
cutaneo locale sull'interfaccia cute/superficie di supporto.

In sintesi

  • È noto che l'umidità può influire sulla funzionalità della cute, poiché:
  • Ammorbidisce la cute, provoca macerazione
  • Riduce la resistenza della pelle fino al 96%
  • Aumenta il coefficiente di frizione della pelle
  • Aumenta l'adesività alla superficie di contatto, incrementa il rischio di taglio
  • Favorisce abrasioni, la formazione di slough e ulcerazioni
  • Modifica l'acidità cutanea, il PH diventa alcalino
  • Le temperature elevate aumentano il tasso metabolico
  • Le temperature elevate causano maggiore sudorazione
  • Nel punto di interfaccia con la superficie di supporto si accumula il calore corporeo, riscaldando rapidamente la cute: calore e umidità aumentano
  • Studi su animali hanno dimostrato una correlazione tra l'accumulo di calore e la formazione di ulcere14
Torna su

Frizione



Definizione: "la forza parallela che si sviluppa tra due superfici a contatto, ovvero scivolamento delle superfici l'una sull'altra".

In sintesi

  • La frizione causa disturbo alla cute: indebolisce la barriera cutanea, aumenta il rischio di frizione e rende i tessuti sottostanti più suscettibili ad eventi lesivi
  • La sede del corpo interessata in genere si presenta come un'area ribassata, priva di peli e dolorante
  • Le zone più soggette a questo tipo di lesione sono i glutei, la zona sacrale, la schiena, i gomiti e i talloni
  • e si presentano con bordi irregolari
  • Storicamente, la frizione era inclusa nell'elenco dei 4 fattori estrinseci, ma oggi viene trattata separatamente e le relative lesioni sono definite lesioni da frizione
Seguici su

Il costo delle ulcere da pressione
Il costo delle ulcere da pressione

Le ulcere da pressione costituiscono un onere...

Storia delle ulcere da pressione
Storia delle ulcere da pressione

Le ulcere da pressione non sono un fenomeno nuovo....

Classificazione delle ulcere
Classificazione delle ulcere

Per descrivere lo stato di una lesione, EPUAP e NPUAP1...

Strategie di prevenzione
Strategie di prevenzione

Una strategia di prevenzione delle ulcere da pressione deve sempre includere...

Ulcere da pressione: un problema sociale...
Ulcere da pressione: un problema sociale in aumento

E’ un dato di fatto che, a livello mondiale, la popolazione...

Mepilex Border Heel: una forma innovativa...
Mepilex Border Heel: una forma innovativa per il tallone

Mölnlycke Health Care è da sempre impegnata a collaborare...