Reazioni cutanee da radioterapia

Valutazione delle reazioni cutanee da radioterapia

Valutazione 

Le reazioni cutanee da radioterapia possono essere classificate secondo lo strumento di valutazione del Radiation Therapy Oncology Group (RTOG); si tratta di linee guida cliniche raccomandate dal College of Radiographers.

RTOG 0: nessuna reazione cutanea visibile.
RTOG 1: eritema lieve, calore percepito, dolore associato talvolta a prurito ed edema.
Quasi tutti i pazienti soffrono di questo tipo di reazione cutanea.
RTOG 2a: eritema doloroso e rosso vivo, con o senza desquamazione secca (perdita degli strati superficiali della cute). RTOG 2b: desquamazione umida a tratti, eritema moderato.
RTOG 3: desquamazione umida profusa, forte edema. Un altro metodo di classificazione delle reazioni cutanee da radioterapia è la Radiation Induced Skin Reaction Assessment Scale (RISRAS).

Interventi di cura

RTOG 1, 2a: lavare la cute con acqua tiepida e, se si desidera, con basi lavanti non profumate. Asciugare tamponando delicatamente. Il paziente dovrebbe indossare indumenti comodi, in cotone leggero, senza cuciture che potrebbero causare frizione. Per impedire l'attrito e alleviare i sintomi d'infiammazione, è possibile utilizzare prodotti idratanti che mantengano la cute morbida ed elastica. In casi isolati, le creme steroidee possono ridurre la sensazione di prurito e l'infiammazione. Qualsiasi rischio di insorgenza di irritazioni dovrebbe essere evitato: utilizzo di saponi, esposizione a raggi UV, utilizzo di indumenti ruvidi e cerotti, contatto con cloro (ad esempio l'acqua delle piscine), depilazione con rasoi.

RTOG 2b: l'integrità della cute è compromessa. Si consiglia di trattare la lesione con sistemi di medicazione che garantiscano un ambiente umido, per ottimizzare il processo di guarigione, e di utilizzare medicazioni atraumatiche. Medicazioni con adesivi tradizionali non dovrebbero essere utilizzate.

RTOG 3: osservare le linee guida generali di trattamento della cute, come citato in precedenza. Irrigare con soluzione fisiologica tiepida, ove necessario. Scegliere una medicazione atraumatica, tenendo conto della quantità di essudato, dell'aspetto, delle condizioni, della posizione e della dimensione della zona da trattare. Seguire principi di best practice per garantire la guarigione in ambiente umido, prevenire le infezioni, ridurre dolore e traumi e migliorare il comfort del paziente. La riepitelizzazione solitamente ha inizio una settimana dopo la fine del trattamento radioterapico.

 

Per maggiori dettagli, visitare www.sor.org

Seguici su

Mepilex Lite - efficacia dimostrata

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ogni anno la neoplasia della...

Mepitel Film per la prevenzione

Le statistiche indicano che ad 1 donna su 8 sarà diagnosticato il cancro al seno...

Come utilizzare Mepilex Lite

Mepilex Lite è una medicazione in schiuma di poliuretano sottile ed altamente conformabile,...