Riscaldamento paziente

Rischi e conseguenze dell'ipotermia

L'ipotermia è un effetto collaterale comune e riconosciuto in sala operatoria; può verificarsi prima, durante o dopo l'intervento chirurgico e portare a:

  • Aumento del rischio di complicanze, compresi episodi cardiaci ed emorragie, con maggiore rischio di morbilità1
  • Maggiore rischio di infezione del sito chirurgico1
  • Cure e degenza in ospedale prolungate, con aggravio dei costi1
  • Maggiore disagio e preoccupazione per i pazienti1

Le conseguenze dell'ipotermia

I pazienti con ipotermia lieve possono sviluppare infezioni del sito chirurgico con incidenza tripla rispetto ai pazienti normotermici. I pazienti sviluppano infezioni del sito chirurgico (ISC), con conseguenti costi per le cure e la degenza prolungata in ospedale. Una stima conservativa dei costi per ISC ammonta a 2.391 sterline/2.650 euro.2

Con un opportuno riscaldamento perioperatorio, le infezioni del sito chirurgico (ISC) possono essere ridotte del 25-30%, generando potenziali risparmi per l'ospedale.2

 

Bibliografia

  1. Barash PG (ed). ASA Refresher Courses in Anesthesiology. 1993; 21: Ch 7.
  2. Inadvertent perioperative hypothermia. Costing report implementing NICE guidance. NICE clinical guideline 65.2008.

 

Seguici su